Per una corretta visualizzazione del sito ruota il telefono in verticale

Laura Pesce

Clicca sulla foto per ingrandire


VETRO

Profilo

Un mondo affascinante ed imprevedibile quello di Laura Pesce, la quale affronta in maniera tanto originale la materia del colore, affidata alle fantasie che naturalmente offre il vetro di Murano. L'artista ama esplorare diverse aree dell’arte, come la pittura, la scultura, l’oreficeria ed il design di interni. Partita come creatrice di gioielli singolari e personali, Laura Pesce, ha affrontato il mondo della pittura prima, meglio ancora della "pittoscultura", per poi passare a "scolpire" con il vetro le sensazioni e le impressioni che il mondo le offre, trasformandole con la sua fantasia e creatività. Le sue esperienze dirette di vita vissuta in varie parti del mondo, tra cui gli Stati Uniti e la Germania, le hanno permesso di incamerare, nella propria mente, diverse immagini del mondo, che hanno attirato e colpito la sua fantasia. Durante la sua permanenza in Brasile il rapporto tra arte e scienza diventa il fulcro delle sue ricerche artistiche. Nel 1997 torna definitivamente in Italia, a Populonia, dove apre il suo laboratorio. La sua più grande abilità risiede nella grande originalità e genialità, che le permettono di dare vita ad opere d'arte uniche e particolari, caratterizzate da forme sempre nuove e personali. l fondi marini, attraverso i mille colori cangianti, non hanno segreti per lei, che riesce a spingere la sua fantasia fino ad immaginare con la mente gli spazi "siderali", come nell'ultima mostra creata per il Museo delle Belle Arti di Rio de Janeiro e presentata in Toscana, in terra senese. Laura Pesce, negli ultimi anni, è passata dalla realizzazione di opere d’arte miste, nelle quali il vetro è completato pittoricamente attraverso una tavolozza affrontata con pennelli e varie tipologie di colori (olio, guasches, etc.), alla realizzazione di sculture in vetro. Il suo contatto con luoghi come Populonia e la VaI di Cornia, dove la "magia" dell'arte è convissuta con gli uomini che vi hanno abitato nei secoli, portando i loro messaggi artistici sino ad oggi, ha prodotto stimoli importanti per opere, prevalentemente in vetro, in cui la magia del mare della costa tirrenica, dei cieli mutabili, dei tramonti toscani, si fondono alla perfezione con i verdi cangianti dei boschi e della mutevole campagna toscana. Nelle sue opere ogni singolo pezzo, accuratamente lavorato a mano, secondo le tecniche di vetro-fusione e a "lume", diventa un elemento essenziale della composizione finale.