Per una corretta visualizzazione del sito ruota il telefono in verticale

Come percorrere l'itinerario?

Quanto dura l'itinerario?

Grosseto

Nella terra dei butteri: artigianato da prendere al lazo

Nella storia e nella tradizione popolare la terra di Maremma è stata a lungo “amara”.

Ma oggi, lontana dal groviglio delle problematiche passate (brigantaggio, malaria, povertà, analfabetismo) è una terra assolutamente dolce, “un deserto di bellezza colmo di sole” come scriveva la poetessa Felicia Dorothea Hemans. Un luogo disseminato di testimonianze etrusche e latine, città e frazioni di pregio artistico, parchi naturali costieri, torri e bastioni lungo promontori ricoperti di mirto e lecci, terme naturali, pinete ombrose. E ovviamente il mare che domina l’intero scenario con la sua limpidezza e le spiagge di sabbia chiara.

Per racchiudere nei vostri occhi le innumerevoli combinazioni di incanti naturali e architettonici, vi suggeriamo di fare una sosta a Grosseto.

Merita una visita la Cattedrale di San Lorenzo, le mura medicee e in particolare il trecentesco Cassero Senese. Da Piazza Dante dove si affaccia il Duomo e Palazzo Aldobrandeschi, potrete raggiungere in pochi minuti la suggestiva Piazza del Sale dove anticamente si raccoglieva e si distribuiva il sale. Camminando per le strade che hanno mantenuto in numerosi tratti il loro aspetto medievale, noterete la perfetta coesione tra cultura e territorio nei laboratori degli artigiani. Andate a curiosare tra i loro manufatti. Vi sorprenderanno  gioielli dallo stile ricercato e classico, borse di cuoio funzionali e alla moda, prelibati dolci e biscotti tradizionali, cappelli dalle forme stravaganti e realizzati nei più svariati materiali: feltro, paglia, piume.

Per imbrigliare un’emozione, non fatevi sfuggire questo itinerario. Leggete le schede qui sotto.