Per una corretta visualizzazione del sito ruota il telefono in verticale

Come percorrere l'itinerario?

Quanto dura l'itinerario?

Subbiano – Anghiari

Ferro battuto e legno: bellezza al naturale del Casentino

A Subbiano la capacità di dosare leggerezza e consistenza, rusticità e raffinatezza è una dote che gli artigiani hanno interiorizzato. Che si tratti di ferro o legno, resta la difficoltà di attenuare la robustezza di materiali “forti”, ingentilirne le linee, pur mantenendo il loro carattere originario e la funzionalità.

È tutto un gioco di equilibri: conoscenza dettagliata delle tecniche di lavorazione e della materia prima,  senso estetico, capacità di anticipare le mode ed il gusto. In un angolo del Casentino, tra case in pietra affacciate sul fiume, fabbri e intagliatori sono riusciti nell’impresa: hanno vinto le leggi della fisica, traducendo il metallo, il castagno, la rovere, il faggio in forme esili, armoniche, aeree e dal design mai scontato.

Il mobile rustico si impone sempre di più nel panorama degli arredi.

Curioso scoprire come questa tendenza non nasca nelle metropoli all’avanguardia o nelle città industriali: al contrario ha origine tra boschi secolari, castelli e case coloniche isolate della provincia di Arezzo. E forse risiede qui la sua straordinaria potenza delle manifatture casentinesi: essere innovative per natura e per tradizione, senza ricorrere all’artificio e a imitazioni di modelli importati.

Una ragione in più per non rinunciare a questo magico viaggio: consultate le schede degli artigiani.