Per una corretta visualizzazione del sito ruota il telefono in verticale

Come percorrere l'itinerario?

Quanto dura l'itinerario?

Firenze S. Croce

Inno alla memoria, coincidenza di arti ed artisti 

La definizione di “Pantheon” ben si addice  alla Basilica di Santa Croce. Un tempio della memoria e dell’arte in cui perdura la fama delle “itale glorie, come rammenta Foscolo nei suoi Sepolcri:  Machiavelli, Galileo, Michelangelo, Alfieri sono solo alcuni dei geni che riposano in una delle chiese più belle del mondo.  Ogni dettaglio della facciata, dei fianchi e dell’interno rimanda al lavoro meticoloso e perfettamente equilibrato di illustri architetti, scultori e pittori. Solo qui gli affreschi di Giotto comunicano con le opere di Taddeo Gaddi, Michelozzo, Giovanni della Robbia, Vasari, Donatello. Santa Croce rispecchia una delle caratteristiche principali di Firenze: racchiudere in sé le infinite combinazioni dell’arte.

Le corrispondenze non si esauriscono nelle vicende di un leggendario tempo lontano. Rivivono e si tramandano nell’artigianato artistico che popola questo quartiere. I maestri artigiani traggono ispirazione dai tesori della piazza e delle vie circostanti e creano opere uniche come la loro città:

  • servizi da tavola in ceramica dipinta a mano
  • fantasiosi bijoux ispirati alle fiabe
  • cornici e restauri antichi
  • gioielli in oroargento e pietre dure

Non smarrite il sentiero del ricordo, della tradizione e dell’arte.