Per una corretta visualizzazione del sito ruota il telefono in verticale

Come percorrere l'itinerario?

Quanto dura l'itinerario?

Signa – Campi Bisenzio

Maestri del fare nelle pianure a nord ovest

Un castello turrito osserva dall’alto i tetti rossi delle case, il parco fluviale, lo scorrere placido dell’Arno, dell’Ombrone e del Bisenzio. Villa Castelletti e le dimore di nobili famiglie fanno capolino tra le cime dei cipressi. Agli angoli di stradine tortuose, antichi tabernacoli screpolati dal vento si riempiono di fiori e nidi di rondini.  Non è lo sfondo di una leggenda di nobili donzelle e ricchi messeri, ma il volto di Signa e della vallata circostante. Qui l’artigianato svolge un ruolo centrale e si concretizza in svariati manufatti:

  • accessori di moda e gioielli ricercati in argento
  • oggetti d arredo rivestiti in pelle e impreziositi con placche e decori in metallo

Decifrare le memorie del paesaggio non è cosa semplice. A volte è necessario restare in ascolto di echi, seguire tracce confuse, percorrere sentieri secondari per ricostruire lo scenario completo delle origini. Questo è l’atteggiamento giusto per affrontare l’ itinerario tra Signa e Campi Bisenzio e trarre il massimo dai paesi in provincia di Firenze. Tutti pronti per partire? Allacciate le cinture e portate con voi la mappa prima di mettervi in viaggio.