Per una corretta visualizzazione del sito ruota il telefono in verticale

Loretta Caponi

Clicca sulla foto per ingrandire


TESSUTO

Profilo

La produzione Caponi nasce nella bottega-laboratorio di Firenze da un patrimonio di tradizioni creative che, da oltre quarant’anni, Loretta, ora insieme alla figlia Lucia, traduce in chiave contemporanea. Loretta Caponi comincia a ricamare a dieci anni e, ancora giovanissima, si mette in proprio. Le sue creazioni nascono da un’innata sensibilità artistica che la porta, da sempre, a ricercare l’armonia tra i colori, l’eleganza di un certo motivo, la preziosità di un particolare, la perfezione dell’esecuzione, attraverso un patrimonio di manualità e di creatività che ha radici nella tradizione rinascimentale. Lei ricerca quel concetto di bello che va al di sopra di ogni moda. Questo principio la porta ad avere una clientela straordinaria: dalle Case Reali a famosi imprenditori, alle attrici di fama internazionale. Le sue idee creative possono essere ispirate da un libro di arte, da un fregio, dal particolare di un’immagine pittorica, per poi essere elaborate fino ad arrivare ad essere prodotto finito. Le idee creative vengono tradotte in un disegno, che viene fissato sulla stoffa da ricamare attraverso la tecnica dello spolvero. La fase dello studio dei colori da utilizzare - selezionati tra mille fili come fossero pennellate – assume un’importanza basilare ed è preliminare alla fase del ricamo, realizzata dalle mani di esperte ricamatrici. Alla fine degli anni ‘50, quando la logica del consumismo iniziava ad affermarsi, Loretta Caponi continua a creare, come ancora oggi, capi in seta, lino e cotone, impreziositi da ricami, da applicazioni di pizzi e di merletti, eseguiti artigianalmente da mani esperte e non in serie. Spinta dalla volontà di salvaguardare e conservare testimonianze di vita quotidiana e di perdute tecniche di lavorazione, Loretta inizia a ricercare preziosi ed antichi manufatti, realizzando un’eccezionale raccolta di esemplari provenienti da ogni angolo d’Europa, dal vicino Oriente e dall’America. La collezione, sulla quale è stato scritto il libro “Per raffinare i sensi”, è composta da migliaia di manufatti prodotti tra il XVI al XX secolo. Una collezione, quella di Loretta Caponi, di grande valore documentario e storico, dove il ricamo è descritto nel suo percorso secolare: come un’attività aristocratica nel Medioevo, un’arte prettamente maschile nel Rinascimento, un mestiere artistico di notevole peso economico o passatempo per le donne dell’aristocrazia e dell’alta borghesia nell’800. La bottega-laboratorio di Loretta Caponi ha sede a Firenze e si articola in un grande spazio espositivo di vendita con un laboratorio dove 30 lavoranti creano modelli esclusivi sotto la guida di Loretta e Lucia Caponi. Oggi Loretta Caponi vende la sua produzione attraverso tre boutiques monomarca presenti a Firenze, a Forte dei Marmi e a Milano. Loretta e Lucia creano biancheria in armonia con la casa ed il gusto personale della clientela, ma sempre seguendo la loro tradizione ed il loro stile.
Il laboratorio è aperto dalle 10 alle 19 dal martedi al sabato; lunedi aperto dalle 15 alle 19.